Linea umido – Digestione anaerobica

La linea di trattamento dei rifiuti umidi si compone di due realtà impiantistiche distinte, ma interconnesse, che, nel complesso, consentono di trasformare gli scarti biodegradabili in risorse: il compost e il biogas. L’innovazione del sistema ideato e realizzato dall’Acea risiede proprio nell’integrazione del processo aerobico (compostaggio) ed anaerobico (biodigestione). Grazie a questa integrazione, è possibile attuare un duplice recupero: di materia e di energia, ottimizzando un processo naturale.

Cos’è la DIGESTIONE ANAEROBICA?
La digestione (o biodigestione) anaerobica è un processo biologico, che avviene in assenza di ossigeno, attraverso il quale la sostanza organica si degrada naturalmente, trasformandosi in biogas e in un fango chiamato “digestato”.

LINEA DI TRATTAMENTO DEI RIFIUTI UMIDI – (BIO)DIGESTIONE ANAEROBICA
La linea di trattamento dei rifiuti organici prende avvio dall’impianto di Digestione Anaerobica. Il rifiuto in alimentazione proviene dalla raccolta differenziata domestica e dalle utenze non domestiche, quali: ristoranti, bar e mense.
Per poter essere efficacemente trattato nella fase peculiare del processo – la biodigestione – il rifiuto viene preparato attraverso alcune fasi di pre-trattamento

  • APERTURA SACCHETTI: una macchina rompisacco apre i sacchetti
  • VAGLIATURA, finalizzata a separare ed eliminare i materiali leggeri di grandi dimensioni, come le plastiche
  • DEFERRIZZAZIONE: attraverso grandi calamite, la massa organica viene privata degli eventuali scarti ferrosi
  • PREPARAZIONE DELLA MISCELA, attraverso la macchina Florawiva MORE™, che consente di eliminare altri eventuali scarti non idonei alla digestione (altri metalli, inerti, altre plastiche) e di portare la massa alla corretta diluizione.

Terminata la fase di pre-trattamento, la miscela così composta è idonea alla biodigestione

  • BIODIGESTIONE ANAEROBICA: all’interno dei biodigestori, che sono coibentati e completamente isolati dall’ambiente esterno, la massa permane mediamente 14 giorni. I prodotti della digestione sono:
  1. BIOGAS, che viene immagazzinato, unitamente a quello proveniente dalla discarica e dal depuratore delle acque, in un gasometro. Il biogas alimenta tre motori da 3 MWe complessivi, producendo energia elettrica e termica da fonti rinnovabili.
  2. DIGESTATO, che viene portato all’impianto di compostaggio ai fini della produzione del compost di qualità Florawiva®.

APPROFONDIMENTI

Categorie:

Polo Ecologico

Contenuti correlati:

torna all'inizio del contenuto

Emergenza Coronavirus

Tutte le informazioni relative alla gestione dei rifiuti

in questo periodo di emergenza sono reperibili

QUI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi