logo gruppo acea

ATTIVITA' DI IGIENE URBANA

IMPIANTI DEL POLO ECOLOGICO

FLORAWIVA

TRIBUTO SUI RIFIUTI

FORMAZIONE E SOSTENIBILITA'

CERTIFICAZIONI


<<Torna alla home page

sacchetti compostabili per una raccolta a regola d'arte

Presentazione | Istruzioni | Sacchetti | Riciclo

occhi_bocca

La plastica non può essere riciclata insieme ai rifiuti organici, pertanto deve essere eliminata lungo il percorso di compostaggio. Si generano quindi degli scarti, che si possono limitare attraverso l'utilizzo di imballaggi biodegradabili e compostabili.

Per una raccolta a "regola d'arte", è necessario utilizzare sacchetti biodegradabili e compostabili certificati.

Come riconoscere i sacchetti idonei?

Alcuni marchi ci aiutano nella scelta:

CIC ok compost compostable_EN13432

Riferimenti normativi

Le due principali normative di riferimento sono:

  • la UNI EN 13432:2002 "Imballaggi - Requisiti per imballaggi recuperabili mediante compostaggio e biodegradazione - Schema di prova e criteri di valutazione per l'accettazione finale degli imballaggi", che specifica i requisiti e i procedimenti per determinare la compostabilità degli imballaggi;
  • la UNI 11451:2012 "Sacchi biodegradabili e compostabili per la raccolta della frazione organica dei rifiuti solidi urbani - Tipi, requisiti e metodi di prova", che definisce i criteri che i sacchetti devono rispettare per essere considerati idonei al processo di compostaggio e quindi utilizzabili per la raccolta dei rifiuti organici.

La legge nazionale ha introdotto l'obbligo di utilizzare sacchetti biodegradabili per la raccolta dell'umido (D.Lgs. 4/2008) ed ha stabilito, con la Legge 24 marzo 2012 n. 28, che possono essere commercializzati sacchetti monouso per l'asporto di merci, solo se biodegradabili e compostabili secondo la norma UNI EN 13432.

Per ulteriori approfondimenti...

www.compostabile.com

www.assobioplastiche.org

 

 

 

<<Torna al menu principale

 

<<Torna alla home page