logo gruppo acea

ATTIVITA' DI IGIENE URBANA

IMPIANTI DEL POLO ECOLOGICO

FLORAWIVA

TRIBUTO SUI RIFIUTI

FORMAZIONE E SOSTENIBILITA'

CERTIFICAZIONI


<<Torna alla home page

LINEA UMIDO - DIGESTIONE ANAEROBICA

Cos'è il Polo Ecologico | Digestione Anaerobica| Compostaggio | Linea CSS | Fotovoltaico | Discarica

La linea di trattamento dei rifiuti umidi si compone di due realtà impiantistiche distinte, ma interconnesse, che, nel complesso, consentono di trasformare gli scarti biodegradabili in risorse: il compost e il biogas. L'innovazione del sistema ideato e realizzato dall'Acea risiede proprio nell'integrazione del processo aerobico (compostaggio) ed anaerobico (biodigestione). Grazie a questa integrazione, è possibile attuare un duplice recupero: di materia e di energia, ottimizzando un processo naturale.

Cos'è la DIGESTIONE ANAEROBICA?

La digestione (o biodigestione) anaerobica è un processo biologico, che avviene in assenza di ossigeno, attraverso il quale la sostanza organica si degrada naturalmente, trasformandosi in biogas e in un fango chiamato "digestato".

LINEA DI TRATTAMENTO DEI RIFIUTI UMIDI - (BIO)DIGESTIONE ANAEROBICA
Digestori_LineaUmido

La linea di trattamento dei rifiuti organici prende avvio dall'impianto di Digestione Anaerobica. Il rifiuto in alimentazione proviene dalla raccolta differenziata domestica e dalle utenze non domestiche, quali: ristoranti, bar e mense.
Per poter essere efficacemente trattato nella fase peculiare del processo - la biodigestione - il rifiuto viene preparato attraverso alcune fasi di pre-trattamento

  • APERTURA SACCHETTI: una macchina rompisacco apre i sacchetti
  • VAGLIATURA, finalizzata a separare ed eliminare i materiali leggeri di grandi dimensioni, come le plastiche
  • DEFERRIZZAZIONE: attraverso grandi calamite, la massa organica viene privata degli eventuali scarti ferrosi
  • PREPARAZIONE DELLA MISCELA, attraverso la macchina Florawiva MORE™, che consente di eliminare altri eventuali scarti non idonei alla digestione (altri metalli, inerti, altre plastiche) e di portare la massa alla corretta diluizione.

Terminata la fase di pre-trattamento, la miscela così composta è idonea alla biodigestione

  • BIODIGESTIONE ANAEROBICA: all'interno dei biodigestori, che sono coibentati e completamente isolati dall'ambiente esterno, la massa permane mediamente 14 giorni. I prodotti della digestione sono:

energia e compostil BIOGAS, che viene immagazzinato, unitamente a quello proveniente dalla discarica e dal depuratore delle acque, in un gasometro. Il biogas alimenta tre motori da 3 MWe complessivi, producendo energia elettrica e termica da fonti rinnovabili.

il DIGESTATO, che viene portato all'impianto di compostaggio ai fini della produzione del compost di qualità Florawiva®.


 

<<Torna alla home page